Sei un docente di ruolo?
Su alphatest.it puoi acquistare tutti i libri del catalogo Sironi Editore
con il bonus docenti 2017/2018.
 
Vuoi registrarti oppure effettuare il tuo login? Clicca qui
Home
Il catalogo completo
Libri in arrivo
Le recensioni
indicativo presente
Questo e altri mondi
La scheda
Commenta il libro
Consiglia a un amico
Aggiungi al carrello
Galápagos
Fuori collana
Spore
I ferri del mestiere
La scienza in tasca
Semi di zucca
Elvis Riboldi
Cerca nel sito
Mailing list
Scrivici
Area utenti
Registrati
English 
Acquistare online
F.A.Q. tecniche
Condizioni generali
Foreign rights
Il maestro di Garamond
Aggiungi al carrello
 

La diffusione della stampa, la nascita della Riforma e il dramma delle persecuzioni religiose: tra Parigi, Venezia e Basilea, il destino di Antoine Augereau, editore umanista e genio della tipografia, giustiziato come eretico.

«Avete notato cosa succede a quelli che prestano i loro servigi alla nobile Margherita? Maestro Lefèvre esiliato, monsignor Briçonnet isolato. Ho sentito dire dei padri di Meaux, che sono dovuti fuggire a Strasburgo, a Basilea, a Ginevra e chissà dove. E il cavaliere di Berquin? Morto come l’eretico che non era! E maestro Roussel? Perseguitato! Hanno dovuto tirar fuori maestro Marot di prigione non so quante volte…»


È il crepuscolo del 24 dicembre 1534: mentre Parigi si accinge a festeggiare il Natale, in place Maubert un uomo viene giustiziato; subito dopo il suo corpo è bruciato su una pira alimentata da libri.

Quell’uomo era Antoine Augereau: letterato, editore umanista, geniale incisore di caratteri tipografici, nonché accusato di essere l’autore blasfemo dei manifesti contro la messa cattolica, affissi in tutta Parigi. Al suo supplizio assiste l’allievo ed erede spirituale Claude Garamond, il cui destino sarà realizzare la lezione del maestro e, paradossalmente, oscurarne il nome.

È di Claude la voce che racconta la storia di Augereau e, insieme, la propria.

La loro avventura – al tempo in cui Grand-Rue Saint-Jacques a Parigi contava più tipografie che case private – è un intreccio che unisce i segreti della stampa alla storia delle idee, alla nascita della Riforma e alle persecuzioni religiose, all’incontro con personaggi storici come Manuzio, Erasmo, Rabelais, Margherita di Navarra, Calvino… Rappresenta i valori del pensiero moderno quando cominciavano a forgiarsi: un pensiero umanista in lotta contro il fanatismo, un pensiero aperto, che aspira alla libera e universale trasmissione del sapere.


 Leggi la recensione

Codice ISBN: 978-88-518-0136-6
Pagine: 480
Prezzo di copertina: € 19,90
Prezzo scontato 15%: € 16,92


Anna Cuneo, figlia di emigrati italiani, è nata a Parigi, ha studiato a Milano, Firenze, Losanna e Plymouth, vive in Svizzera tra Ginevra e Zurigo. Laureata in lettere moderne è stata insegnante, giornalista, regista per la radio, il teatro, il cinema e la televisione. Ha scritto nel 1967 Gravé au diamant, il primo romanzo.
Oggi sta scrivendo l’ultimo dei suoi oltre trenta libri, tra cui alcuni gialli. Dopo una prima fase di racconti più legati alla propria biografia, l’autrice si è dedicata ai romanzi storici, con grande gusto e cura per la ricostruzione di personaggi, ambienti e vicende meno noti ma di grandissimo fascino.
Accanto a Il maestro di Garamond (edizione originale, 2002) ricordiamo il suo pluripremiato romanzo Le trajet d’un rivière (Il corso del fiume, in uscita prossimamente per Sironi).
Le sue opere sono pubblicate in Svizzera, Francia, Germania, Olanda e altrove e hanno meritato negli anni numerosi premi letterari.
Nel luglio 2010, Anna Cuneo ha ricevuto l’onorificenza francese di Chevalier des Arts et des Lettres.
Aggiungi al carrello

Acqua fresca?
di Silvio Garattini
Galápagos
"L'idea fondamentale. Intervista a Fabio Toscano" di Carlo Silini, Corriere Ticino
"Il cervello geniale che valeva per due" di Giulia Villoresi, Il Venerdě di Repubblica
"Come funzionava la testa di Leonardo" di Giovanni Caprara, Sette, Corriere della sera

Sironi Editore č un marchio di Alpha Test S.p.A.
via Mercalli 14 - 20122 Milano
tel. 02 5845981 - fax 02 58.45.98.96