Sei un docente di ruolo?
Su alphatest.it puoi acquistare tutti i libri del catalogo Sironi Editore
con il bonus docenti 2017/2018.
 
Vuoi registrarti oppure effettuare il tuo login? Clicca qui
Home
Il catalogo completo
Libri in arrivo
Le recensioni
indicativo presente
Questo e altri mondi
Galįpagos
La scheda
Leggi gli articoli
Commenta il libro
Consiglia a un amico
Aggiungi al carrello
Fuori collana
Spore
I ferri del mestiere
La scienza in tasca
Semi di zucca
Elvis Riboldi
Cerca nel sito
Mailing list
Scrivici
Area utenti
Registrati
English 
Acquistare online
F.A.Q. tecniche
Condizioni generali
Foreign rights
Nucleare, istruzioni per scelte consapevoli
Giovanna Dall'Ongaro, Galileonet, 20.08.2013
 
Lo scopo, non dichiarato esplicitamente ma evidente sin dalle prime pagine, è nobile: voler educare i lettori alla conoscenza scientifica, per renderli cittadini consapevoli delle proprie scelte. Per questo il libro di Giancarlo Sturloni, fisico ed esperto di comunicazione del rischio, merita di essere letto. A fine lettura c'è la possibilità di ritrovarsi migliori, più informati, sempre e fermamente convinti delle posizioni di partenza, oppure disposti a clamorosi ripensamenti, ma sicuramente più invogliati a dire la nostra su un tema che troppo spesso divide ancora prima di venire compreso.
Perché l'atomo è stato diviso in senso letterale nel suo nucleo, ma continua a esserlo in senso metaforico perché ambivalente per sua natura: risorsa energetica, ma anche arma di distruzione di massa. Comunque, in entrambi i casi, fonte di mille paure.
Gli strumenti per decidere da che parte stare e argomentare le proprie idee ci vengono dati tutti. Si parte dagli aspetti scientifici del nucleare, ripercorrendo la storia delle rivoluzionarie scoperte sulla struttura dell'atomo, per passare a quelli militari che ancora oggi tengono impegnate le diplomazie di tutto il mondo, per finire sul tumultuoso e perennemente spaccato terreno del nucleare civile. L'ultimo capitolo "Sicurezza e percezione pubblica del nucleare" è la ciliegina sulla torta di un'analisi scientifica impeccabile che ha dato sempre uguale voce ai diversi punti di vista. È in queste ultime pagine che veniamo a conoscenza di aspetti spesso trascurati dalla nostra editoria e invece avvertiti come molto vicini dalla popolazione di ogni tempo e luogo: come è cambiata l'opinione pubblica dopo gli incidenti di Three Miles Island nel 1978 e Chernobyl nel 1986, come si sono evolute le centrali nucleari, quali errori sono stati commessi nella gestione dell'incidente di Fukushima, chi e in che modo deve occuparsi delle scorie radioattive.
È in questa parte conclusiva del libro che Sturloni ci apre orizzonti finora poco noti sulla vicenda di Fukushima. Quello che è accaduto quel fatidico venerdì dell11 marzo del 2011, secondo l'autore, non sarebbe dovuto accadere, o meglio non poteva accadere. Il drammatico incidente è stato gestito nel peggiore dei modi. A Fukushima, come a Chernobyl, è stata aspramente contestata la scelta dei governi di nascondere la verità. La colpa di avere volutamente taciuto ai cittadini i rischi a cui erano sottoposti non può venire perdonata. Così come la colpa della mancata prevenzione. Resta ancora valido il commento pubblicato su «Nature» in occasione del ventennale dell'incidente di Chernobyl: Il futuro dell'energia nucleare non dipende tanto dallo sviluppo di reattori più sicuri o dalla disponibilità di depositi per le scorie radioattive più affidabili da un punto di vista geologico, quanto piuttosto dalla capacità dei governi di guadagnare la fiducia del pubblico dimostrando di essere in grado di saper impiegare e gestire in sicurezza le tecnologie disponibili. Da qui dipende il futuro dell'energia nucleare.
Tutti i diritti degli articoli della rassegna stampa di sironieditore.it di proprietą dei rispettivi autori/testate/siti.
Testo riprodotto unicamente a scopo informativo.

Acqua fresca?
di Silvio Garattini
Galįpagos
"L'idea fondamentale. Intervista a Fabio Toscano" di Carlo Silini, Corriere Ticino
"Il cervello geniale che valeva per due" di Giulia Villoresi, Il Venerdģ di Repubblica
"Come funzionava la testa di Leonardo" di Giovanni Caprara, Sette, Corriere della sera

Sironi Editore č un marchio di Alpha Test srl
via Mercalli 14 - 20122 Milano
tel. 02 5845981 - fax 02 58.45.98.96