Sei un docente di ruolo?
Su alphatest.it puoi acquistare tutti i libri del catalogo Sironi Editore
con il bonus docenti 2017/2018.
 
Vuoi registrarti oppure effettuare il tuo login? Clicca qui
Home
Il catalogo completo
Libri in arrivo
Le recensioni
indicativo presente
Questo e altri mondi
Galápagos
La scheda
Leggi gli articoli
Commenta il libro
Consiglia a un amico
Aggiungi al carrello
Fuori collana
Spore
I ferri del mestiere
La scienza in tasca
Semi di zucca
Elvis Riboldi
Cerca nel sito
Mailing list
Scrivici
Area utenti
Registrati
English 
Acquistare online
F.A.Q. tecniche
Condizioni generali
Foreign rights
La scarica di dopamina che accende la voglia del pericolo
Sette – Corriere della sera, 11.01.2013
Un libro sul gusto della paura

La paura ci piace. Sembra paradossale ma molti di noi non solo si sentono bene in situazioni pericolose, ma le ricercano, persino in maniera morbosa. Perché ci piace il pericolo è il titolo del libro che Roberto Inchingolo, laureato in Scienze naturali e specializzato in Comunicazione della Scienza alla Sissa di Trieste, ha dedicato a uno dei grandi enigmi dell'essere umano e di cui parlerà il 20 gennaio alla manifestazione "Arte e Scienza in Piazza" che si svolge a Bologna dal 19 gennaio al 10 febbraio (www.artescienzainpiazza.it).

«C'è un elemento che accomuna la reazione di fronte a un rischio, sia fisico, come gli sport estremi, sia virtuale, come l gioco d'azzardo: il corpo umano ha un rilascio di neurotrasmettitori collegati a situazioni di piacere, primo fra tutti la dopamina, che contribuisce a creare anche una sorta di dipendenza», spiega a Sette. Piacere e dipendenza, quindi, marciano di pari passo. E predispongono l'uomo a cercare nuovamente quella sensazione. «La tesi condivisa da biologi ed
evoluzionisti è che questo meccanismo si sia originato per motivi sessuali-riproduttivi. È un po` come la coda "darwiniana" che il pavone apre per dimostrare di essere in buona salute. Allo stesso modo, l'essere umano ricerca situazioni pericolose per dimostrare a un potenziale partner di poterselo permettere». E questo vale anche per la donna, il cui organismo sarebbe ugualmente predisposto a provare piacere in situazioni di pericolo.

L'adrenalina è spesso citata a sproposito quando si parla di piacere collegato alla paura, conclude Inchingolo: «Rilasciata nei momenti di pericolo o di paura, scatena la reazione di attacco-fuga. Tuttavia non ci sono elementi che fanno pensare che la cosiddetta "scarica di adrenalina" sia di per sé fonte di piacere. È la scarica di dopamina che dà piacere. L'adrenalina, semmai, contribuisce a rendere memorabile un'esperienza».

Tutti i diritti degli articoli della rassegna stampa di sironieditore.it di proprietà dei rispettivi autori/testate/siti.
Testo riprodotto unicamente a scopo informativo.

Acqua fresca?
di Silvio Garattini
Galápagos
"L'idea fondamentale. Intervista a Fabio Toscano" di Carlo Silini, Corriere Ticino
"Il cervello geniale che valeva per due" di Giulia Villoresi, Il Venerdì di Repubblica
"Come funzionava la testa di Leonardo" di Giovanni Caprara, Sette, Corriere della sera

Sironi Editore è un marchio di Alpha Test srl
via Mercalli 14 - 20122 Milano
tel. 02 5845981 - fax 02 58.45.98.96