Sei un docente di ruolo?
Su alphatest.it puoi acquistare tutti i libri del catalogo Sironi Editore
con il bonus docenti 2017/2018.
 
Vuoi registrarti oppure effettuare il tuo login? Clicca qui
Home
Il catalogo completo
Libri in arrivo
Le recensioni
indicativo presente
Le recensioni
La scheda
Leggi gli articoli
Commenta il libro
Consiglia a un amico
Aggiungi al carrello
Questo e altri mondi
Galįpagos
Fuori collana
Spore
I ferri del mestiere
La scienza in tasca
Semi di zucca
Elvis Riboldi
Cerca nel sito
Mailing list
Scrivici
Area utenti
Registrati
English 
Acquistare online
F.A.Q. tecniche
Condizioni generali
Foreign rights
25 aprile, la fatica della memoria
Dario Olivero, Repubblica.it, 24.04.2008
Alla vigilia della Festa della Liberazione escono i diari di fabbrica
del prete operaio Luisito Bianchi.

RESISTERE IERI


Averne di pretoni come Luisito Bianchi, che Dio lo conservi. Ha attraversato il secolo portandosi dietro tutte le contraddizioni possibili senza mai far finta di niente. Prete con una laurea in sociologia sui contadini delle parti sue in Val Padana.
Prete e operaio turnista alla Montedison di Spinetta Marengo, Alessandria.
Prete e benzinaio, perché non ce la faceva a prendere soldi dalla diocesi, perché se si è preti si è preti e basta, ma per esserlo bisogna inventarsi un sacco di mestieri.
Prete e infermiere, prete e scrittore, quando ha sbalordito tutti con La messa dell’uomo disarmato, un immenso romanzo sulla Resistenza.

Immerso nella società, nella fabbrica e immerso nei cambiamenti della Chiesa postconciliare e post-postconciliare. Tormentato e sospeso tra quello che chiedeva Dio e quello che poteva dare agli uomini.

Ora un piccolo brandello della sua vita tra il 1968 e il 1970 viene pubblicato sottoforma di diari.
Si intitola I miei amici (Sironi, 24 euro). Sono poco più di novecento pagine cariche di pietas, stanchezza, risate, lotte sindacali, operai felici per la nascita di una figlia, poesia che urlano domande a Dio e preghiere alla Chiesa perché si chini verso gli oppressi e “tolga il velo dalla sua faccia splendente”.
Capireparto, olio, ossido di titanio. Uomini soprattutto, come Giannantonio, “ un nostalgico fascista. Poveraccio. Uno di quelli che non hanno ricevuto nulla e mettendosi camicia bianca e cravatta come indumenti di lavoro”. E fede continuamente messa alla prova nei lunghi turni di lavoro dove il reparto diventa una gheenna, i compagni, gente di Samaria e in mezzo ai fumi e alla fatica di un prete, un uomo fa l’unica cosa che è chiamato a fare: cerca l’uomo.

Tutti i diritti degli articoli della rassegna stampa di sironieditore.it di proprietą dei rispettivi autori/testate/siti.
Testo riprodotto unicamente a scopo informativo.

Acqua fresca?
di Silvio Garattini
Galįpagos
"L'idea fondamentale. Intervista a Fabio Toscano" di Carlo Silini, Corriere Ticino
"Il cervello geniale che valeva per due" di Giulia Villoresi, Il Venerdģ di Repubblica
"Come funzionava la testa di Leonardo" di Giovanni Caprara, Sette, Corriere della sera

Sironi Editore č un marchio di Alpha Test srl
via Mercalli 14 - 20122 Milano
tel. 02 5845981 - fax 02 58.45.98.96