Sei un docente di ruolo?
Su alphatest.it puoi acquistare tutti i libri del catalogo Sironi Editore
con il bonus docenti 2017/2018.
 
Vuoi registrarti oppure effettuare il tuo login? Clicca qui
Home
Il catalogo completo
Libri in arrivo
Le recensioni
indicativo presente
Questo e altri mondi
Galápagos
Fuori collana
Spore
I ferri del mestiere
La scienza in tasca
Semi di zucca
Elvis Riboldi
Cerca nel sito
Mailing list
Scrivici
Area utenti
Registrati
English 
Acquistare online
F.A.Q. tecniche
Condizioni generali
Foreign rights
Indicativo presente
Gazzetta del sud, 10.04.2002
Una nuova collana di narrativa diretta da Giulio Mozzi
Quando l'Italia fa storie
Sironi Editore è un marchio editoriale di proprietà della casa editrice Alpha Test, attiva dal 1993 nel campo della manualistica scolastica e tecnico-professionale, creato per avviare un progetto editoriale nuovo, diverso da quelli finora realizzati dalla casa madre. La prima iniziativa di Sironi Editore è la collana di narrativa italiana contemporanea indicativo presente, affidata alle cure e all'abilità di talent scout di Giulio Mozzi. La collana proporrà non solo romanzi e racconti, ma anche diari, reportage, dialoghi, pamphlet, pièce teatrali, memorie: non necessariamente fiction, ma sempre letteratura. Un progetto editoriale forte, sia negli intenti letterari e culturali, sia nelle ambizioni commerciali, sostenuto da investimenti importanti. Un progetto che lo stesso Giulio Mozzi riassume incisivamente nel brano che segue, dal titolo: «L'Italia fa storie».

Vogliamo fare una collana di libri che raccontino l'Italia com'è. Perché l'Italia è la nostra patria e i suoi destini ci stanno a cuore. Vogliamo fare una collana di libri che siano letteratura, senza essere necessariamente fiction. Perché ci pare che a forza di identificare la letteratura con la fiction , finiremo col confonderla con l' entertainment . Soprattutto non vogliamo fare infotainment, ecco. Vogliamo fare una collana di libri che contengano un'istanza realistica. Non vogliamo fare, peraltro, una collana di romanzi ottocenteschi. A chi dubita che si possa credere ancora, dopo il Novecento, a una letteratura che racconta realisticamente il mondo, diciamo: «Facciamo tentativi e approssimazioni». Vogliamo fare una collana di libri che raccontino le immaginazioni dell'Italia. Perché ciò che siamo è in buona parte ciò che ci immaginiamo di essere. Anche questa è un'istanza realistica. Ci interessano le immaginazioni di donne e di uomini, non le immagini dei mezzi di comunicazione di massa. Loro, un'istanza realistica non ce l'hanno. Ci interessano le storie del presente e del passato prossimo: soprattutto quel presente e quel passato prossimo che appaiano, siano, ancora incertamente conosciuti e non risolti. Ci interessano storie di passioni, non ci interessano le storie di sentimenti. Vogliamo fare una collana di libri che facciano esperimenti di forma e di lingua. Non vogliamo fare libri iperletterari. Non vogliamo nemmeno fare libri ingenui. Non vogliamo fare libri incomprensibili. Non vogliamo nemmeno fare libri melensamente facili. Vogliamo fare dei libri che servano a qualcosa. Che siano utili. Che non si buttino via dopo l'uso. Vogliamo fare dei libri che siano belli. Vogliamo fare dei libri impuri, nei quali la bellezza sia messa a rischio e repentaglio. Si legge per tre ragioni: per passare il tempo, per imparare qualcosa, per elevarsi spiritualmente grazie alla contemplazione della bellezza. La prima cosa va da sé, la seconda ci interessa molto, quanto alla terza incrociamo le dita: è una scommessa. Abbiamo scelto di vestire i nostri libri con le fotografie di Guido Guidi perché le fotografie di Guido Guidi raccontano l'Italia com'è, contengono un'istanza realistica, sono molto belle. Guardandole si passa il tempo, si impara qualcosa, ci si eleva spiritualmente grazie alla loro bellezza. La collana si chiama «indicativo presente» perché vogliamo che i nostri libri indichino ai lettori l'Italia presente. Come quando siamo in una città che non è la nostra, e l'amico che ci ospita ci conduce nella passeggiata, indicandoci questo e quello, luoghi e cose, mescolando la storia della città e la sua storia personale: «Qui Garibaldi smontò da cavallo», ci dice, «e qui invece diedi il primo bacio a Giovanna; questa è la chiesa del trecento, con notevoli affreschi, e dove ora c'è questa gioielleria fino all'altr'anno riparavano ombrelli». Vogliamo fare una collana di libri profetici. E chiamiamo profeti, naturalmente, non coloro che pretendono di vedere il futuro - quelli li chiamiamo impostori - ma coloro che vedono il presente. Io, Giulio Mozzi, sono molto lieto di questa impresa. Sono contento che sia stata avviata alla svelta: un anno di lavoro in tutto; ma la fretta, oggidì, è ragionevole. C'è urgenza, accidenti, c'è urgenza. Prima che il nostro presente, e con lui tutto il resto, ci venga spogliato di dosso. La letteratura servirà pure a qualcosa.
Tutti i diritti degli articoli della rassegna stampa di sironieditore.it di proprietà dei rispettivi autori/testate/siti.
Testo riprodotto unicamente a scopo informativo.

Acqua fresca?
di Silvio Garattini
Galápagos
"L'idea fondamentale. Intervista a Fabio Toscano" di Carlo Silini, Corriere Ticino
"Il cervello geniale che valeva per due" di Giulia Villoresi, Il Venerdì di Repubblica
"Come funzionava la testa di Leonardo" di Giovanni Caprara, Sette, Corriere della sera

Sironi Editore è un marchio di Alpha Test srl
via Mercalli 14 - 20122 Milano
tel. 02 5845981 - fax 02 58.45.98.96