Vuoi registrarti oppure effettuare il tuo login? Clicca qui
Home
Il catalogo completo
Libri in arrivo
Le recensioni
indicativo presente
Le recensioni
La scheda
Commenta il libro
Consiglia a un amico
Aggiungi al carrello
Acquista in formato ebook
Questo e altri mondi
Galápagos
Fuori collana
Spore
I ferri del mestiere
La scienza in tasca
Semi di zucca
Elvis Riboldi
Cerca nel sito
Mailing list
Scrivici
Area utenti
Registrati
English 
Acquistare online
F.A.Q. tecniche
Condizioni generali
Foreign rights
La mania per l’alfabeto
Aggiungi al carrello
Acquista in formato ebook
 
«Ma certo! Le parole! Di che colore sono le mie parole? Che oggetti escono dalla mia bocca adesso?» chiede Savemi canzonando.
«Lo sai, Savemi,» dice Michele «ho sempre e solo visto uscire pietre preziose, diademi e stoffe di seta come alla fanciulla nella favola di Perrault».
«Massì, certo!» Savemi si piega in avanti con tutto il busto; la cinghia della borsa si tende tutta di conseguenza. «Grazie! Bella roba! Peccato che mi spaventi non poco, specialmente quando mi racconti delle tue allucinazioni, di notte, prima che ci addormentiamo…».
«Savemi, non sono allucinazioni; sono solo fantasticherie; io non sono matto» dice Michele.

Michele, venticinquenne, lavoratore precario, è addetto alla Qualità in una ditta che produce conglomerato bituminoso ma, soprattutto, è consumato da una divorante mania per la scrittura.

La sua camera e il suo ufficio sono invasi da una distesa di fogli e foglietti: attaccati ai muri, sparsi sul pavimento, traboccanti dai cassetti e dalle tasche. Su ciascuno sta scritto qualcosa che Michele immagina di poter, un giorno, inserire in un suo libro.

A causa della sua mania, Michele sarà licenziato dal lavoro, mal tollerato in famiglia e perderà l’amore di Savemi, la sua ragazza. Si rintanerà nel mondo illusorio del libro che ossessivamente cerca di comporre e dove trasferisce e trasfigura il mondo reale.

Qui tutto è possibile: che dalla bocca del capoufficio fuoriescano, insieme alle parole, prese multiple per la corrente, acqua gelata, manici per pentole; che gli insetti si ingrandiscano a dismisura; che una persona scriva un discorso per il suo stesso funerale; che i morti ritornino in ordine alfabetico; che un ragazzo divori il suo migliore amico e poi si trasformi in lui; e che una casa venga invasa dai folletti… per arrivare a un finale inatteso e pacificatore.

La mania per l’alfabeto è un romanzo drammatico e paradossale, frutto di un genio che trabocca di storie.
Codice ISBN: 978-88-518-0086-4
Pagine: 304
Prezzo di copertina: € 14,00
Prezzo scontato 10%: € 12,60


Marco Candida è nato nel 1978 e abita a Tortona, dove organizza attività culturali. Suoi racconti sono stati pubblicati in varie antologie e in Rete.
Aggiungi al carrello
Acquista in formato ebook

Acqua fresca?
di Silvio Garattini
Galápagos
"Silvio Garattini: "Verdetto finale: l'omeopatia non funziona"" di Marco Pivato, La Stampa Tuttoscienze
"Ecco le grandi contraddizioni dell’omeopatia" di Umberto Veronesi, Oggi
I suoi riferimenti vanno da Manolito Quatrocchi a Mafalda, da Calvin e Hobbes fino a Charlie Brown. Ma Elvis Riboldi è, prima di tutto:
"Come Giannino" di Guido Affini, Andersen
"Io, Elvis Riboldi" di Coordinamento librerie per ragazzi, Librai, ragazzi e libri – dicembre 2015
"Unione Sovietica, venticinque indirizzi di un altro mondo" di Andrea D'Agostino, Avvenire
Altro che homo oeconomicus!
"Spese senza testa" di Silvia Bencivelli, Focus

Sironi Editore è un marchio di Alpha Test srl
via Mercalli 14 - 20122 Milano
tel. 02 5845981 - fax 02 58.45.98.96