Sei un docente di ruolo?
Su alphatest.it puoi acquistare tutti i libri del catalogo Sironi Editore
con il bonus docenti 2017/2018.
 
Vuoi registrarti oppure effettuare il tuo login? Clicca qui
Home
Il catalogo completo
Libri in arrivo
Le recensioni
indicativo presente
Questo e altri mondi
Galápagos
La scheda
Commenta il libro
Consiglia a un amico
Aggiungi al carrello
Acquista in formato ebook
Fuori collana
Spore
I ferri del mestiere
La scienza in tasca
Semi di zucca
Elvis Riboldi
Cerca nel sito
Mailing list
Scrivici
Area utenti
Registrati
English 
Acquistare online
F.A.Q. tecniche
Condizioni generali
Foreign rights
Il caso Pontecorvo
Fisica nucleare, politica e servizi di sicurezza nella guerra fredda
Aggiungi al carrello
Acquista in formato ebook
 
«Il caso Pontecorvo fu un vero e proprio terremoto, un evento che ebbe ripercussioni enormi per centri di ricerca e apparati statali. L’epicentro fu alle porte di Helsinki, dove nel settembre del 1950 si persero le tracce del fisico italiano. La sua scomparsa fu avvertita chiaramente in tutti i Paesi occidentali, propagandosi nei dibattiti del Parlamento britannico e di quello italiano. Fece tremare Scotland Yard, creò scompiglio negli uffici dell’FBI, diede grattacapi ai governatori e ai diplomatici delle ambasciate a Washington. »
Nell’estate del 1950, Bruno Pontecorvo, un allievo di Fermi che durante la seconda guerra mondiale ha preso parte al progetto nucleare alleato, scompare all’improvviso. Il sospetto che sia fuggito in URSS fa temere che abbia portato con sé importanti segreti atomici, ma i diplomatici e i servizi di sicurezza occidentali minimizzano la defezione: Pontecorvo è solo un fisico teorico, non può essere utile al programma atomico sovietico, né può esserlo stato prima della fuga.

Sul caso cala il silenzio, rotto ben cinque anni dopo dallo scienziato. Pontecorvo vive e lavora vicino a Mosca, è andato in Unione Sovietica per sfuggire alla caccia alle streghe e per scrupoli morali sulle scelte nucleari dell’Occidente. Nega ogni coinvolgimento nella ricerca militare, senza però sciogliere il mistero sul reale movente della fuga e sulle sue modalità.

A sessant’anni di distanza, documenti d’archivio ora resi pubblici permettono una nuova ricostruzione del caso. Questo saggio mostra che in realtà il fisico italiano aveva un’enorme esperienza applicativa che poteva essere strategica in URSS; svela il complotto della diplomazia britannica per nascondere le lacune nella sicurezza atomica del Regno Unito agli occhi dell’alleato USA e dell’opinione pubblica; analizza un grave e inedito movente per la fuga e ne propone una possibile dinamica.

In queste intense pagine, l’affaire Pontecorvo si delinea come un episodio cruciale di una guerra fredda in cui le conoscenze scientifiche sono state il vero oggetto del contendere.
Codice ISBN: 978-88-518-0081-9
Pagine: 288
Prezzo di copertina: € 17,90
Prezzo scontato 15%: € 15,22


Simone Turchetti, giovane storico della scienza, fa ricerca dal 1999 presso l’Università di Manchester e in questi anni ha pubblicato articoli sulle tre principali riviste accademiche internazionali: Isis, Historical Studies in the Physical and Biological Sciences e British Journal for the History of Science. In Italia collabora con Sapere ed è tra i fondatori del gruppo LASER, con cui ha pubblicato Scienza SPA (Deriveapprodi, 2002) e Il sapere liberato (Feltrinelli, 2005).
Aggiungi al carrello
Acquista in formato ebook

Storia di una morte opportuna
di Gianna Milano e Mario Riccio
Galápagos
"L'idea fondamentale. Intervista a Fabio Toscano" di Carlo Silini, Corriere Ticino
"Il cervello geniale che valeva per due" di Giulia Villoresi, Il Venerdě di Repubblica
"Come funzionava la testa di Leonardo" di Giovanni Caprara, Sette, Corriere della sera

Sironi Editore č un marchio di Alpha Test srl
via Mercalli 14 - 20122 Milano
tel. 02 5845981 - fax 02 58.45.98.96