Sei un docente di ruolo?
Su alphatest.it puoi acquistare tutti i libri del catalogo Sironi Editore
con il bonus docenti 2017/2018.
 
Vuoi registrarti oppure effettuare il tuo login? Clicca qui
Home
Il catalogo completo
Libri in arrivo
Le recensioni
indicativo presente
Questo e altri mondi
Galápagos
La scheda
Leggi gli articoli
Commenta il libro
Consiglia a un amico
Aggiungi al carrello
Fuori collana
Spore
I ferri del mestiere
La scienza in tasca
Semi di zucca
Elvis Riboldi
Cerca nel sito
Mailing list
Scrivici
Area utenti
Registrati
English 
Acquistare online
F.A.Q. tecniche
Condizioni generali
Foreign rights
Perché l’antiproibizionismo è logico (e morale)
Filosofia, diritto e libertà individuali
Aggiungi al carrello
 

«Facciamo tutti cose incredibili per procurarci la droga, come metterci il cappotto e uscire in sere piovose in cerca di un tabaccaio o di un distributore di sigarette: per la droga siamo tutti disposti a fare sacrifici e grandi sforzi di volontà. Ci droghiamo tutti, e lo facciamo fin dalla preistoria, perché ci piace»

Un libro che smonta, con meticolosa documentazione e appassionato amore per la libertà dell’individuo, le argomentazioni proibizioniste, e ne smaschera un paternalismo e un moralismo difficilmente compatibili con una democrazia liberale.


Perché è proibita la vendita di eroina, mentre non lo è quella di attrezzature da alpinismo, nonostante la montagna mieta più vittime del famoso oppiaceo? Perché è possibile acquistare alcol e tabacco, sperperare interi patrimoni famigliari in infernali videopoker da bar, mentre è illegale la vendita di marijuana che crea una dipendenza molto meno forte?

E ancora: perché cento anni di «guerra alla droga» si sono rivelati un clamoroso fallimento, dal punto di vista economico, sociale e dell’ordine pubblico?

Questo libro suggerisce una risposta semplice: la maggior parte delle contraddizioni e dei fallimenti riguardanti «la guerra alla droga» dipendono dalla proibizione stessa. È la proibizione che impedisce un controllo sulle sostanze, lasciando che circolino stupefacenti dalla composizione sconosciuta. È sempre la proibizione che alimenta un sistema criminale attorno alla produzione e alla vendita di droga. È infine la proibizione che pretende di stabilire cosa è dannoso per i singoli individui e vieta di assumere droghe nel modo più sicuro possibile.

Attraverso una lucida disamina degli argomenti proibizionisti, l’autore svela che essi si fondano su un moralismo mosso da un illogico desiderio di controllo sociale.


Codice ISBN: 978-88-518-0197-7
Pagine: 256
Prezzo di copertina: € 18,00
Prezzo scontato 15%: € 15,30


Persio Tincani insegna Filosofia del diritto presso l’Università degli Studi di Bergamo. Ha pubblicato «Ovunque in catene» (M & B Publishing, 2006) e Le nozze di Sodoma (L’ornitorinco, 2009).
Aggiungi al carrello

Acqua fresca?
di Silvio Garattini
Galápagos
"L'idea fondamentale. Intervista a Fabio Toscano" di Carlo Silini, Corriere Ticino
"Il cervello geniale che valeva per due" di Giulia Villoresi, Il Venerdì di Repubblica
"Come funzionava la testa di Leonardo" di Giovanni Caprara, Sette, Corriere della sera

Sironi Editore è un marchio di Alpha Test srl
via Mercalli 14 - 20122 Milano
tel. 02 5845981 - fax 02 58.45.98.96