Sei un docente di ruolo?
Su alphatest.it puoi acquistare tutti i libri del catalogo Sironi Editore
con il bonus docenti 2017/2018.
 
Vuoi registrarti oppure effettuare il tuo login? Clicca qui
Home
Il catalogo completo
Libri in arrivo
Le recensioni
indicativo presente
Questo e altri mondi
Galápagos
La scheda
Leggi gli articoli
Commenta il libro
Consiglia a un amico
Aggiungi al carrello
Fuori collana
Spore
I ferri del mestiere
La scienza in tasca
Semi di zucca
Elvis Riboldi
Cerca nel sito
Mailing list
Scrivici
Area utenti
Registrati
English 
Acquistare online
F.A.Q. tecniche
Condizioni generali
Foreign rights
Ecco le grandi contraddizioni dell’omeopatia
Umberto Veronesi, Oggi, 16.10.2015
 

Voglio segnalare un libro appena uscito, firmato dal professor Silvio Garattini, direttore dell’Istituto di ricerche farmacologiche «Mario Negri» di Milano (e collaboratore di Oggi, ndr) Edito da Sironi, ha per titolo Acqua fresca? Tutto quello che bisogna sapere sull’omeopatia. In modo semplice ma approfondito, risponde alla sua domanda, che racchiude un dibattito annosissimo. Da una parte la scienza, che non si stanca di chiedere prove sull’efficacia di tali preparati, dall’altra un’opinione pubblica sempre più incline a credere che chi ne nega la validità appartiene ai “poteri forti” della medicina ufficiale. E allora Garattini e i suoi collaboratori forniscono dati e concetti scientifici per approdare a un giudizio basato non sulle impressioni, sulle suggestioni, ma sull’evidenza.

Il fatto nudo e crudo è che tali prove non ci sono e non ci sono mai state, checché ne dicano i fautori dell’omeopatia. Anche la famosa “memoria dell’acqua”, proposta dall’immunologo francese Jacques Benveniste, s’è rivelata pseudoscientifica. Il libro risponde ai quesiti più comuni (che cos’è l’omeopatia, come funziona – ma… funziona?, davvero non ha effetti collaterali?) e rimarca il vero rischio: restare senza cure, rinunciando ai farmaci di provata efficacia. Ma i Governi ci tutelano da queste illusioni? No. In un mercato in cui i preparati omeopatici (personalmente, mi rifiuto di chiamarli farmaci) valgono tra i 250 e i 400 milioni di euro all’anno, succede che sulle confezioni ci sia scritto «Senza indicazioni terapeutiche», ma poi si è disposto che debbano essere venduti solo in farmacia, su prescrizione medica o indicazione del farmacista.

Altra contraddizione: il Servizio sanitario non ”passa” gli omeopatici, ma il Fisco è più comprensivo e permette di dedurli dalla denuncia dei redditi. Che deve pensare lo sconcertato cittadino?

Tutti i diritti degli articoli della rassegna stampa di sironieditore.it di proprietŕ dei rispettivi autori/testate/siti.
Testo riprodotto unicamente a scopo informativo.

Storia di una morte opportuna
di Gianna Milano e Mario Riccio
Galápagos
"L'idea fondamentale. Intervista a Fabio Toscano" di Carlo Silini, Corriere Ticino
"Il cervello geniale che valeva per due" di Giulia Villoresi, Il Venerdě di Repubblica
"Come funzionava la testa di Leonardo" di Giovanni Caprara, Sette, Corriere della sera

Sironi Editore č un marchio di Alpha Test srl
via Mercalli 14 - 20122 Milano
tel. 02 5845981 - fax 02 58.45.98.96